Indice dwg
Risparmio energetico a casa
Arredi dwg

 
Impianti in DWG >
DVD banca dati archweb dwg
 
disegni dwg di architettura
Dagli elettrodomestici al termostato smart
In una realtà che mette sempre più a rischio le risorse disponibili e la salvaguardia del nostro pianeta, oggi occorre contrastare il problema degli eccessivi consumi energetici attraverso l’impiego di misure finalizzate a rendere gli edifici sempre più efficienti. Infatti, questi ultimi risultano essere le maggiori macchine energivore presenti in città e per questo occorre contrastare lo spreco e favorire il risparmio a partire dai semplici gesti quotidiani e dalle abitudini personali.
 
Chiarita l’importanza dell’energia e della sua necessaria ottimizzazione, vediamo ora in ambito domestico come poter contribuire in maniera reale all’efficienza del proprio edificio.
 
Elettrodomestici
Il primo contributo può essere fornito dagli elettrodomestici: qualora si debbano acquistare è importante scegliere prodotti dalle alte prestazioni, appartenenti alla classe A++. Infatti, a fronte di un’iniziale spesa maggiore, si beneficerà di consumi più contenuti nel corso degli anni. Inoltre, i modelli più recenti permettono di optare per la “modalità risparmio energetico” che ad esempio, nel caso di lavatrici e lavastoviglie, prevede lavaggi più brevi e con acqua meno calda, evitando così inutili sprechi in termini energetici ed economici.
Un consiglio è anche quello di abituarsi ad effettuare lavaggi solo a pieno carico, così da ridurre la frequenza ed ottimizzare costi e tempi. Nel caso specifico del bucato, oggi è crescente l’uso dell’asciugatrice che in un primo momento può sembrare molto comoda soprattutto durante la stagione invernale, quando i panni stesi al sole stentano ad asciugarsi. Tuttavia, il consumo energetico risulta essere notevole e quindi occorre riflettere sull’impiego o meno di tale elettrodomestico, preventivando un po’ di sacrificio ma ottenendo qualche beneficio in più. Qualora l’erogatore di energia scelto preveda la differenziazione dei costi a seconda delle fasce orarie, è bene azionare lavatrice, asciugatrice e lavastoviglie nelle ore più convenienti (solitamente la sera e la mattina presto). Per quanto riguarda il frigorifero valgono le medesime regole, infatti occorre scegliere il modello adatto al proprio fabbisogno familiare ed evitare aperture prolungate dello sportello.
Relativamente all’impianto idrico, il consiglio è quello di optare per i miscelatori meglio se dotati di riduttori di flusso o frangigetto, in grado di dilazionare l’acqua in modo intelligente, assicurando un minore consumo. Scontato poi, ricordare come il rubinetto vada azionato solo ed esclusivamente quando se ne fa un uso diretto.
 
Illuminazione
Anche dal punto di vista illuminotecnico si possono attuare scelte mirate per favorire il risparmio energetico. Prima tra tutte è quella che prevede l’impiego di lampade LED in grado di ridurre i consumi fino all’80% e garantire una lunga durata. Ogni volta che ci si allontana da un ambiente è fondamentale ricordarsi di spegnere le luci che non servono più. Per i più disattenti la soluzione ottimale è rappresentata dai sistemi di illuminazione dotati di sensori di movimento: la luce si accenderà solo in presenza dell’utente per disattivarsi poco dopo la sua assenza.
 
Riscaldamento
Nonostante tali attenzioni siano indispensabili per migliorare il fabbisogno energetico all’interno delle mura domestiche, l’aspetto che ne determina la maggior parte dei consumi riguarda gli impianti di riscaldamento. Secondo alcuni studi infatti, rappresenta circa il 79% sulla spesa totale. Per chi è in possesso dei tradizionali radiatori, il consiglio è quello di non coprirli con tende e complementi onde evitare la dispersione del calore nella stanza e se provvisti di termo valvole ridurre di uno o due gradi la temperatura nei propri ambienti. Questo accorgimento infatti, può determinare una diminuzione pari al 7% sul consumo totale.
Anche l’isolamento termico ha un’importanza fondamentale: se i serramenti sono datati occorre procedere alla copertura di eventuali spifferi, se ci si trova invece in fase di ristrutturazione, sono da scegliere infissi con sezione a taglio termico e doppi o tripli vetri al fine di massimizzare le prestazioni termiche.

Qualora si possieda una caldaia o si fruisca del teleriscaldamento, una delle soluzioni in rapida crescita è rappresentata dal termostato wifi.
Si tratta di un utile strumento studiato per regolare e controllare la temperatura interna agli ambienti domestici al fine di evitare inutili sprechi e limitare i consumi energetici. Programmato sulle caratteristiche della stanza quali la luce che vi penetra, il calore prodotto dalle persone e dagli apparecchi, l’eventuale presenza di correnti d’aria, è in grado di rilevare ogni minimo cambiamento e regolare di conseguenza la temperatura. Una volta acquistato il termostato e installato lontano da fonti di calore o da luoghi troppo freddi, ma inserito preferibilmente in un luogo strategico dove si concentrano le maggiori attività, occorre impostare la temperatura minima secondo le necessità. Al di sotto di tale valore verrà attivato il riscaldamento. Un consiglio utile può essere quello di mantenere il riscaldamento ad un valore basso durante tutta la giornata cosicché al rientro a casa si trovi l’ambiente tiepido e privo di umidità. Inoltre, è possibile differenziare il riscaldamento dei diversi ambienti a seconda della necessità puntuale. In commercio sono presenti svariati prodotti che si differenziano per caratteristiche e prestazioni. I primi, più diffusi e di semplice utilizzo sono i termostati meccanici che azionano e spengono la caldaia in automatico definendo solamente la temperatura massima e la minima. Vi sono poi quelli elettronici, che possono essere programmati ad orario per essere accesi o spenti. Questa possibilità riduce notevolmente i consumi poiché lo strumento viene attivato solo nel momento del bisogno reale. Alcuni prodotti permettono anche di impostare temperatura ed attività fisse, giorno per giorno o di settimana in settimana a seconda del clima e delle abitudini domestiche.


Infine, i prodotti più all’avanguardia sono senz’altro rappresentati dai termostati smart in grado di essere regolati anche lontano da casa. Questi ultimi, garantiscono la più comoda gestione da remoto e permettono un notevole risparmio economico e di tempo; infatti, grazie alla possibilità di connettersi alla rete wi-fi, attraverso semplici App installate sugli smartphone, sarà possibile azionare l’impianto di riscaldamento e regolare la temperatura a seconda delle proprie necessità prima ancora di essere tornati a casa.
 
Attraverso gli assistenti vocali poi, è semplice accendere o spegnere gli impianti e modificare le impostazioni a seconda del meteo conosciuto dal termostato stesso, grazie al collegamento diretto ad internet.
Alcuni prodotti inoltre, sono dotati di gps in grado di rilevare la posizione dell’utente così da procedere all’accensione solo quando si trova nei pressi di casa. Tali dispositivi intelligenti portano benefici consistenti in termini di risparmio energetico con consumi variabili ma comunque inferiori rispetto a case prive di termostato. Sul mercato vi sono moltissimi prodotti che si differenziano per design, tecnologia e costi, ne è un esempio Smarther della bticino che oltre a fornire i servizi sopra citati, permette la creazione di comandi personalizzati sui diversi membri della famiglia così da soddisfare esigenze specifiche in momenti diversi. In questo modo ognuno è libero di stabilire le proprie condizioni di comfort termico.
 
© Riproduzione riservata  /  E' possibile condividere con un link alla pagina
 
Indice dwg
Risparmio energetico a casa
Arredi dwg

 
 
Sono presenti nella nostra banca dati  file dwg di qualsiasi genere, dalla tipologia edilizia, al dettaglio architettonico.  Informazioni per avere l'intera banca dati dwg 2D/3D  >>

architetture I archivi I blog architettura I tecnologie I eventi I  textures

 tesi di laurea I utilità disegno I geometrie I dwg

Copyright © Archweb.it  Tutti i diritti riservati - Contatti - disclaimer  - Facebook - Pubblicità
H O M E