Arredi dwg >
Verde e Giardini
Particolari costruttivi >
 
 
disegni dwg di architettura
 
 
 
 
Dal cohousing al social housing : forme dell'abitare condiviso
di Chiara Del Core  (>)
Pagina 1 2 3      
6.2  Luoghi Comuni – Compagnia di San Paolo - Ufficio Pio

Per quanto riguarda l'edilizia sociale, negli ultimi anni si è registrato un aumento vertiginoso della richiesta di appartamenti a canone calmierato nel territorio piemontese e nella città di Torino.

Uno degli ultimi esempi concreti di housing sociale torinese è rappresentato da Luoghi Comuni, un progetto appartenente al Programma Housing della Compagnia di San Paolo con il contributo dell'Ufficio Pio. Si tratta di una residenza temporanea che occupa un'area di 2200 mq distribuita su cinque livelli fuori terra che si è posta come obiettivo la riqualificazione del territorio dal punto di vista architettonico e socio-culturale.

Il progetto è stato un vero e proprio volano per incentivare l'interazione degli abitanti del quartiere e favorire la valorizzazione dello stesso; sono state molte, infatti, le iniziative sociali e gli eventi che si sono svolti al suo interno.

Di primaria importanza sono state alcune scelte architettoniche che hanno permesso lo sviluppo e l'interscambio sociale:

  • rapporto di coesione tra edificio e contesto (apertura del blocco edificato allo spazio aperto circostante)

  • eliminazione dei diaframmi preesistenti e creazione di nuovi spazi di socializzazione

  • aumento della permeabilità dell'edificio rispetto al tessuto urbano in cui si colloca

  • mix funzionale di residenza ed esercizi commerciali

  • retrofit di facciata (polo attrattore)

 
La palazzina e lo spazio antistante prima dell'intervento : flussi ed interazione sociale nulli
 
La palazzina e lo spazio antistante dopo l'intervento : flussi ed interazione sociale medio-alti
 

Gli spazi dell'edificio vengono concepiti seguendo le regole della flessibilità e temporaneità cosicché si modellino sulle necessità di fruitori sempre diversi. Le aree comuni vengono progettate al fine di essere utilizzate da coloro che vivono nell'edificio ma anche dai cittadini dell'intero quartiere che percepiscono così l'housing sociale come un vero e proprio polo attrattore.

Non meno importanza è stata data all'aspetto del risparmio economico e del rispetto per l'ambiente con scelte tecnologiche sostenibili.

 
Estratto di elaborato grafico da tesi magistrale sulle scelte tecnologiche
 

Infine lo studio dello spazio aperto in quota ed al piano terra ne ha permesso una rifunzionalizzazione volta a migliorare l'abitabilità e la connessione con il tessuto urbano.  

 
Lo spazio aperto al Piano Terra

• Nuova pavimentazione dell'area pedonale antistante l'edificio
• Inserimento di nuovo arredo urbano
• Demolizione e ricostruzione della manica bassa
• Inserimento di vegetazione ( funzione estetica e di raffrescamento )

 
Lo spazio aperto al p.t. come luogo di incontro e di scambio
 
Lo spazio aperto in quota

• Vetrata a tutta altezza in corrispondenza del ristorante
• Struttura lamellare in facciata garante di privacy ed ombreggiamento interno
• Celle fotovoltaiche inserite nei parapetti in vetro dei balconi

 
 
Foto tratte da:
www.luoghicomuni.org
www.programmahousing.org
www.compagniadisanpaolo.it
© Riproduzione riservata
E' possibile condividere con un link alla pagina
Alloggi collettivi DWG Alloggi speciali e per anziani DWG
 
 
 
Sono presenti nella nostra banca dati  file dwg di qualsiasi genere, dalla tipologia edilizia, al dettaglio architettonico.  Informazioni per avere l'intera banca dati dwg 2D/3D  >>
architetture I archivi I blog architettura I tecnologie I eventi I  textures
 tesi di laurea I utilità disegno I geometrie I dwg
Copyright © Archweb.it  Tutti i diritti riservati - Contatti - disclaimer  - Facebook - Pubblicità
H O M E